Stacey non ce l'ha fatta, ora è omicidio stradale

stacey.jpgVimercate. Stacey non ce l'ha fatta. Ieri i medici del Niguarda, alle 11, hanno dovuto dichiarare il decesso della ragazzina di Vimercate, investita sabato mattina in via Galbussera dalla Opel Agila condotta da una 19enne di Brugherio. Le condizioni erano apparse subito disperate: la studentessa del Liceo Banfi stava attraversando sulle strisce pedonali quando è stata travolta e trascinata per 13 metri. Dopo l'impatto al suolo, il suo cuore aveva smesso di battere: da lì minuti di frenetico terrore e speranza, il massaggio cardiaco del 118, la corsa in ospedale, il coma. Le preghiere in chiesa e a scuola. Poi la notizia del decesso. Questa mattina, la ragazza che era alla guida dell'auto, anch'essa studentessa all'Omnicomprensivo (entrambe dovevano entrare alla seconda ora), ha ricevuto dalla Polizia locale la comunicazione che il capo di imputazione è cambiato: da lesioni gravissime a omicidio stradale. Fondamentale la testimonianza di un altro automobilista che, diretto verso piazzale Marconi, si era fermato per far attraversare Stacey: pochi secondi dopo l'impatto violentissimo della Opel Agila che ha spezzato la giovane vita della ragazzina.


Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. privacy