Aspirante rifugiato cerca di accoltellare i carabinieri

accoltellare.pngVimercate. Paura a Velasca dove un ghanese di 22 anni, clandestino, ha cercato di ferire i carabinieri con un coltello. Il giovane, che aveva richiesto lo status di rifugiato, è stato arrestato per tentato omicidio. Dovrà rispondere anche di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Sembra che la causa scatenante del raptus sia stata proprio il "no" alla richiesta di rimanere in Italia, essendo stati giudicati non validi i motivi della richiesta. A quel punto il 22 ghanese si è recato a Velasca, in via Kennedy 19, dove ha sede la cooperativa Aeris che gestisce i richiedenti asilo (e dove tra l'altro ci sono gli uffici del noto imprenditore-televisivo Gian Luca Brambilla). Letteralmente fuori di sè, ha spaccato alcune vetrate della cooperativa e alcuni finestrini delle auto in vosto,poi ha estratto un coltello, minacciando i presenti. In attesa dell'arrivo dei carabinieri, allertati con il 112, si sono vissuti momenti di panico e terrore. Il raptus non si è placato nemmeno arrivo dei militari. Anzi, il ghanese si è scagliato contro gli uomini in divisa con una furia cieca, colpendoli con un paio di forbici, uno all'altezza del petto e uno tra le costole. Il giubbotto antiproiettile, per fortuna, ha evitato il peggio. Sono dovuti intervenire quattro carabinieri per arrestarlo. Ora si trova in carcere a Monza. Dovrebbe partire ora l'iter per l'espulsione. 

LEGGI ANCHE

Domenica in piscina, i nuovi orari di febbraio e marzo

Il Must incanta con l'arte del '900

Mobbing e molestie, il Comune cerca un consigliere di fiducia

Degrado Omni: il Codacons diffida, Sartini replica


Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. privacy