Sporchiamoci le mani, l'Einstein dà il buon esempio

mani.jpgVimercate. Educare alla cura partecipata dell’ambiente in cui quotidianamente viviamo, questo l’obiettivo principale dell’iniziativa che quest’anno è alla sua terza edizione.

La giornata che nel 2014 si presentava come unica occasione di lavoro volontario per la risistemazione di alcuni ambienti e arredi scolastici, si è trasformata negli anni in appuntamento mensile per la cura e la manutenzione dei nostri ambienti, in particolare dei giardini interni alla scuola.
Una volta al mese i ragazzi si sono incontrati con i genitori volontari, armati di tosaerba, cesoie, pinze raccoglirifiuti, sacchi e cassonetti per il verde e coordinati dalla infaticabile prof.ssa Fea, hanno riordinato, tagliato l’erba, potato i rami bassi degli alberi, curato le piantine e i fiori in vaso.
Da quest’anno, dunque, la giornata di SPORCHIAMOCI LE MANI è la conclusione del lavoro svolto durante l’anno. Dalle 10 alle 16 si tinteggeranno le pareti di alcune aule, si faranno lavori di falegnameria, di pulizia delle aree esterne, ma soprattutto si allestiranno i giardini interni, progetto principale per il Maniday 2017 che prevede di rendere fruibili le aree verdi interne in parte come aule all’aperto e in parte come spazi ricreativi e di studio pomeridiano.
In tre dei sei giardini saranno sistemati tavoli e panche coperti da un gazebo dove le classi potranno fare lezione all’aperto; negli altri tre giardini saranno sistemati panchine e giochi (ping pong, calcetti, ecc) per le attività ricreative dei ragazzi.
Tutto ciò nel clima di socialità, convivialità, lavoro e gioco che caratterizza e rende piacevoli queste giornate. Momenti in cui studenti e genitori lavorano gomito a gomito con docenti e bidelli in un contesto informale che facilita la relazione. Indimenticabili poi i meravigliosi buffet preparati ogni anno dalle mamme, il lavoro continuo e capillare del Comitato dei Genitori, sempre al nostro fianco, e la disponibilità di quei papà che per anni ci hanno dato una mano insostituibile nei lavori più pesanti .
"Ci si potrebbe chiedere perché questa disponibilità si rinnova ogni anno - spiega la dirigente Antonella Limonta - Per quanto ci riguarda noi pensiamo che per una comunità la cura degli ambienti in cui vive sia anche cura delle relazioni fra i suoi membri, una cura da esercitare con continuità e convinzione. Allora, eccoci di nuovo qui, per la scuola, per l’OMNI, per un ambiente più curato, ma soprattutto per NOI, che siamo CITTADINI e in quanto tali assumiamo responsabilità, ci uniamo per costruire e costruendo rinsaldiamo o creiamo relazioni positive, in una rete sempre più forte e diffusa che chiamiamo, appunto, comunità di appartenenza".

Leggi anche

The Doors: tributo ad Agrate per i 50 anni del mito

Ladra dentro l'asilo: scoperta e arrestata

Freadomland, Vimercate sommersa dalle risate


Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. privacy