San Giorgio: il martire, il drago e la rosa

 

sangiorgioelarosa.JPG

Esiste un santo brianzolo, italiano, europeo, globale? Se nell'agiografia c'è qualcuno che è riuscito a ritagliarsi una simbolicità e un sistema di valori tali da farsi amare e tramandare in ogni dove, forse questo è proprio San Giorgio. In questi giorni è in unscita un interessante un saggio dedicato a San Giorgio, dal titolo San Giorgio e la Rosa, di Cristiano Antonelli

Nella prima parte vengono trattate le origini storiche e leggendarie del martirio del Santo e della lotta al drago, e, di seguito, la diffusione del culto. Il capitolo sul secondo medioevo comprende le terre di Francia, Germania, Inghilterra, Portogallo, Aragona e Catalogna. A seguire, ovviamente, un capitolo dedicato all’Italia e alle diverse sue aree geografiche, avendo particolare attenzione al territorio lombardo e alle località che lo celebrano come proprio santo patrono
Ed è proprio la Lombardia a svelare in tutta la sua contagiosa identità la diffusione del culto del santo che dà anche il nome alla bandiera che, utilizzata nella prima Crociata, divenne poi simbolo dell'identità culturale e religiosa di buona parte dell'Europa. 
Dove si celebra San Giorgio in Lombardia? Ecco l'elenco. Il resto della storia, ovviamente, la lasciamo alle pagine di questo bel volume.

Località lombarde: Annone di Brianza, Ardesio, Arena Po, Bagolino, Barbianello (quarta domenica di aprile), Bernate Ticino (primo sabato di settembre), Bisuschio, Boltiere, Bovegno, Breda Cisoni (Sabbioneta), Brissago Valtravaglia, Capriolo, Carimate, Casalbuttano, Casaletto Vaprio, Casatenovo (terza domenica di luglio), Cascina San Giorgio (Civitade al Piano), Castellucchio, Cellatica, Cerlongo (Goito), Chieve, Cino, Colico, Corte Palasio (prima domenica di ottobre), Costa di Mezzate, Cumignano sul Naviglio, Dello, Derovere, Dorio, Dresano, Dumenza, Endine Gaiano, Eupilio, Faggeto Lario, Fiorano al Serio, Gropello Cairoli, Inzino (Gradone Val Trompia), Jerago (Jerago con Orago), Laglio, Limbiate, Liscate, Lurago Marinone, Maccastorna, Menconico, Molteno, Montagna in Valtellina, Montanaso Lombardo (terza domenica di ottobre), Montano Lucino, Orio al Serio, Pessina Cremonese, Pieve di San Giorgio (Velo d'Astico), Romanore (Borgoforte), Rovagnate, San Giorgio (Barghe), San Giorgio (Biassono), San Giorgio (Bregnano), San Giorgio (Cagno), San Giorgio (Capiago), San Giorgio (Capriano del Colle), San Giorgio (Casatenovo)San Giorgio (Castelnovetto), San Giorgio (Corte Palasio), San Giorgio (Cremona), San Giorgio (Desio)San Giorgio (Landriano), San Giorgio (Malonno), San Giorgio (Lurago d'Erba), San Giorgio (Lurago Marinone), San Giorgio (Merate), San Giorgio (Montichiari), San Giorgio (Novate Mezzola), San Giorgio (Olgiatecomasco), San Giorgio (Passirano), San Giorgio (Pombia), San Giorgio (Ponte Lambro), San Giorgio (Predore), San Giorgio (Rivolta d'Adda), San Giorgio (Rovato), San Giorgio (Santa Giulietta), San Giorgio (Sesto Calende), San Giorgio (Toscolano Maderno), San Giorgio (Travo) e San Giorgio (Verolanuova), San Giorgio al Lambro (Biassono), San Giorgio di Lomellina (ultima domenica di aprile), San Giorgio di Mantova, San Giorgio di Premiana (Talamona), San Giorgio in Bosco, San Giorgio su Legnano, Schianno (Gazzada Schianno), Solza, Sulzano, Treviolo, Valgreghentino, Varenna (24 aprile), Varzi, Venegogo Superiore, Villanterio, Zandobbio.



http://www.edizionithyrus.it/San%20Giorgio%20e%20la%20Rosa%20Link%20.htm



Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. privacy