Allerta meteo, finalmente torna la pioggia

rain-2589233_640.jpgMilano. La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, lcoordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita' (codice giallo) per rischio idrogeologico, idraulico, temporali forti e vento forte dalle ore 00 di domani, giovedi' 31 agosto. "In queste ore - ha spiegato Bordonali - si sta assistendo ad un progressivo avvicinamento di una vasta area perturbata di origine atlantica colma di aria fresca e instabile". Sono dunque previsti i primi rovesci dalla mattina di domani, 31 agosto, sulle zone alpine centrali e occidentali, con graduale intensificazione dei fenomeni nel corso del pomeriggio e della serata su tutti i settori alpini e prealpini. Le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, risulteranno piu' abbondanti sui settori dei Laghi, Valchiavenna e Valtellina. Solo marginalmente coinvolta la pianura, segnatamente settori nord-occidentali. "Nel caso di rovesci e temporali persistenti - ha continuato - non si escludono sulle stesse aree valori di pioggia localmente abbondanti, raffiche di vento e occasionale grandine di piccole dimensioni". Per la giornata di venerdi' 1 settembre si prevede ancora tempo perturbato con piogge diffuse su Alpi e Prealpi, piu' sparse in pianura. Attesi locali rovesci e temporali. In base a queste previsioni, si prevede 'Codice giallo' per: RISCHIO TEMPORALI FORTI - Sulle zone omogenee IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco) e IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese). RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO - sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese) e IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco). RISCHIO VENTO FORTE sulla zona omogenea IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia). EFFETTI AL SUOLO - EFFETTI AL SUOLO - Si chiede ai sistemi locali di protezione civile di attivare una fase operativa di 'Attenzione', cioe' di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di monitoraggio e contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumita' e la riduzione dei rischi. 

You have no rights to post comments ##