Boom Book, così una libreria sopravvive alla globalizzazione e a internet

boom2.jpgMonticello Brianza. La “Resistenza di una libraia”. No non è il titolo di un nuovo best seller prossimo ad uscire sul mercato ma è la storia di chi, magari anche con un po’ di pazzia, vuole “resistere” nel fare la professione libraria. In un momento in cui l’intero comparto delle librerie indipendenti e di catena soffre della crisi economica, ancora in atto, dell’eccessiva pressione fiscale e si scontra con i grandi gruppi della distribuzione anche del commercio elettronico, c’è chi – appunto – in maniera testarda  - e ogni altro sinonimo è buono - continua con passione la professione per amore dei libri, della lettura, della creatività, del trasmettere agli altri un racconto fatto di lettere stampate che prendono vita leggendo e che accompagnano il lettore in uno stupendo viaggio. Ma a questo punto vi domanderete di chi stiamo parlando. Di un personaggio immaginario, direte voi.  Forse. Allora iniziamo a dare un nome e un luogo. Loretta Molinari, classe 1967, capelli arruffati, sorridente, vivace. In continuo movimento e chi la ferma. La località è Monticello Brianza, in via dei Mille, 41. E il luogo misterioso è Boom Book. Una libreria per l’infanzia e non solo. In questo racconto la tenacia della giovane imprenditrice si intreccia con la comunità locale che, una volta saputo delle difficoltà nel proseguire l’attività, si organizza per dare una mano, ciascuno come può. Dal sostegno morale all’aiuto nel muoversi nei meandri dei bandi per ottenere  finanziamenti, degni del labirinto di Cnosso dove possiamo trovare moderni Minotauri con funzioni di burocrati, fino all’aiuto nell’organizzare il lavoro quotidiano. Qui, però, non si trovano solo libri, c’è una propensione all’innovazione, allo sviluppo, alla ricerca. Boom Book non è un semplice negozio  è una moderna bottega che trasforma un sito in uno spazio per racconti, lettura, eventi. Si educano i giovani alla lettura e alla riscoperta delle emozioni nascoste tra le pagine, fra lezioni animate e momenti di aggregazione per le famiglie.  Ed è questo che i concittadini di Loretta hanno visto nel suo lavoro. Un servizio per il territorio dove  si può crescere, sognare e vivere un po’ di magia e quindi deve essere sostenuto. Ma la storia come si conclude? Beh, fare il libraio è un mestiere difficile, magari anche con poche soddisfazioni economiche ma sicuramente non ci saranno parole sbiadire su fogli ingialliti sbriciolati dal tempo, anche perché sicuramente qualche sostenitore di Loretta si sarà già attivato per recuperare penna, inchiostro e nuovi fogli. È tutto in continuo movimento, come Loretta. E allora cosa state aspettando? Provate a cercare questo luogo inspiegabile, sempre se esiste davvero,  in quel di Monticello Brianza.

Questa la vetrina virtuale: http://libreriaboombook.weebly.com/

boom1.jpg

 

boom3.jpg

You have no rights to post comments ##