Costine all'americana, a Daniele e Paola la corona del barbecue

bbq12015.jpgConcorezzo. Una deliziosa e sorprendente competizione. La quarta edizione di Agri Brianza BBQ Competion non ha incantato solamente i palati dei tanti spettatori. Domenica i primi ad essere sorpresi sono stati i giudici, positivamente stupiti dalla qualità dei piatti messi in tavola dai trenta sfidanti, per un totale di 21 team presenti. E questo conferma che la Grill Academy è davvero capace di formare chef a tutti gli effetti, in grado di trasformare un barbecue nella più attrezzata delle cucine. 

Il campionato, andato in scena nella storica sede di Agri Brianza in via Dante, lungo la Provinciale Monza-Trezzo, è stata anche impreziosita dalla showcooking dedicato alla pizza più buona fatta col BBQ. Dalle 17 si è entrati nel vivo, con la degustazione dei piatti preparati dalle squadre in gara. Competizione amatoriale quindi, ma con giuria altamente professionale: tra i giudici infatti si contavano critici enogastronomici come Marco Gatti di Papillon, chef professionisti come Matteo Scibilia dell’Osteria della Buona Condotta di Ornago, e giudici internazionali della KCBS (Kansas City Barbecue Society), l’associazione che forma e certifica i giudici delle competizioni internazionali: tra questi, Haymo Gutweniger, chef della Grill Academy di Campo Tures (BZ) e lo stesso Carlo Teruzzi, proprietario di Agri Brianza, padrone di casa della competizione.

Patron Teruzzi ha voluto sottolineare come, nonostante l'alto livello della competizione, tutta l'organizzazione sia stata improntata ad clima famigliare con l'unico obiettivo di regalare a tutti i presenti una bella giornata conviviale.

Sul primo gradino del podio la squadra "I porci ubriachi", al secondo posto Master BBQ e al terzo The Sausage Drillers. “Queste ribs (costine di maiale cotte all’americana) avrebbero potuto tranquillamente vincere una gara professionale e internazionale di Barbecue” si complimenta così Gianfranco Lo Cascio, fondatore di BBQ4All, la più grande community italiana di appassionati di bbq, con i Porci Ubriachi, il team composto da Daniele Illarietti e Paola Iarrera, che ha vinto il primo premio (un Weber Spirit a gas) messo in palio all’Agri Brianza BBQ Competition. Ci hanno provato per quattro anni consecutivi, i Porci Ubriachi, e alla fine le loro ribs hanno conquistato tutta la giuria.

Il secondo premio va inaspettatamente a Michele Valecce, del team Master Barbecue, che alla giuria ha presentato un tris di banane caramellate al barbecue, con panna montata. Si scardina l’idea che il menù al barbecue preveda solo carne: tutto quello che si può cuocere, si può fare al barbecue. Quindi ben vengano anche le banane!

Terzi classificati i “The Sausages Drillers” ovvero i bucasalsicce, team di Buccinasco, che, dopo aver partecipato quest’anno ai corsi della Grill Academy di Agri Brianza, non ha avuto timore a presentarsi al campionato.

In un momento in cui la cultura della cucina al barbecue conquista sempre più appassionati, il campionato di barbecue Agri Brianza BBQ Competition è un appuntamento che unisce e diverte. In questa domenica 20 settembre erano 21 i team partecipanti, provenienti da tutta la Lombardia e dalla Toscana, che in un clima conviviale si sono cimentati al barbecue proponendo le loro specialità. 

Quest’anno proprio la giuria si è sorpresa del livello dei piatti presentati, a dimostrazione del fatto che la passione per la cucina, declinata su uno strumento di cottura come il barbecue, può raggiungere risultati eccellenti e soddisfare i palati più esigenti.

Con il campionato si riapre la stagione dei corsi della Grill Academy di Agri Brianza, la prima scuola di cucina interamente dedicata al barbecue creata da Weber, che da settembre e per tutto l’anno offre corsi di cucina per principianti ed esperti, per promuovere e diffondere  una cultura del barbecue, capace di far riscoprire sapori e consistenze inaspettate e valorizzare alimenti e pezzi “poveri”, anche grazie a tecniche provenienti dalla cultura americana, come il Beer Can Chicken (il pollo alla birra) o il Brisket (punta di petto di manzo aromatizzata e cotta anche per 10-12 ore).

bbq22015.jpg

bbq32015.jpg

bbq42015.jpg

bbq52015.jpg

bbq62015.jpg

 

You have no rights to post comments ##