Minorenne aggredita sotto casa da un ecuadoregno armato di coltello

 carabinieri.JPG

Monza. Un incubo che difficilmente potrà dimenticare. Una minorenne monzese è stata aggredita sotto casa da un pregiudicato equadoregno che, armato di coltello, voleva rapinarla o forse peggio.
Lo sconcertante episodio è avvenuto la sera del 27 agosto e si è concluso con l'arresto di un ecuadoregno di 23 anni da parte dei carabinieri del Norm di Monza.
Lo straniero, con diversi precedenti alle spalle, dovrà ora rispondere di tentata rapina, lesioni personali, false attestazioni sulle proprie generalità, e porto di oggetti atti ad offendere.
Intorno alle 19.30 di mercoledì una ragazzina monzese stava rientrando a casa. In via G
adda, la giovane è stata aggredita e bloccata all’interno dell’ingresso di un condominio. La minorenne, sotto shock, è per fortuna riuscita ad afferrare il coltello (ferendosi) e, dopo una breve colluttazione, a fuggire, rifugiandosi in casa.
Il malvivente ha quindi cercato di dileguarsi a piedi ma è stato bloccato prima da alcuni passanti e poi arrestato dai carabinieri.
Da primi accertamenti esperiti, risulta che l’aggressione sia stata perpetrata a scopo di rapina, per sottrarre la borsa della vittima. L’arrestato si trova in carcere a Monza.

You have no rights to post comments ##