Non solo machete: ecuadoregno ubriaco "azzanna" i carabinieri

dracula.jpgVaprio. Non hanno fine gli episodi allucinanti nei confronti di uomini in divisa impegnati nel far rispettare ordine e regole. Se il caso del controllore ferito a colpi di machete rappresenta la punta dell'iceberg, tutti i giorni sono scanditi da fatti che hanno dell'incredibile. Nell scorse ore, a Vaprio d’Adda, al confine tra Milano e Bergamo, nei pressi di una gelateria in via Perego, i militari della locale stazione carabinieri  hanno arrestato un cittadino ecuadoreno, 46enne, incensurato. L’uomo, all’arrivo dei militari, il cui intervento era stato richiesto da numerosi avventori della gelateria, ove erano presenti anche molti bambini, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di bevande alcoliche, iniziava a minacciare ed oltraggiarei carabinieri, anche tentando di colpirli con calci e pugni, rendendo necessaria la sua immobilizzazione forzata, avvenuta dopo una breve collutazione. Durante le concitate fasi del fermo il militare capo pattuglia, un maresciallo della stazione di Vaprio, è stato  morso alla schiena, all’altezza del muscolo dorsale: un morso così violento da strappargli la divisa e procurargli alcuni giorni di prognosi, oltre ad un necessario passaggio in ospedale per le cure e disinfettazioni del caso. L'uomo-vampiro sarà processato per direttissima.

You have no rights to post comments ##