Tarocchi e oggetti rubati, l'incredibile bazar di un operaio

carabiniericontraffazionebrugherio.jpgBrugherio. Il suo negozio era un'auto. In strada raggiungeva i clienti, mostrava la mercanzia e chiudeva gli affari. Una modalità di commercio insolita e sospetta, e infatti l'ambulante vendeva merce rubata o contraffatta. A stroncare l'illecita attività ci hanno pensato i carabinieri.

E' in via talamoni che i militari della locale caserma hanno sorpreso e denunciato M.A., 44 anni, operaio di origine albanese, che ora è accusato di ricettazione e contraffazione di marchi. Nella sua auto aveva: 90 capi di abbigliamento; 10 paia occhiali da sole; 40 confezioni di profumi e cosmetici vari; 180 campioncini di profumi; 17 orologi; 10 giochi per console; 1 autoradio; 1 rasoio elettrico; 2 macchine da caffe’; 1computer portatile. Durante una successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione dell'operaio, venivano rinvenute ulteriori quattro macchine da caffe’. Gli accertamenti esperiti in seguito consentivano di appurare che il portatile era provento di furto su auto; 11 capi di abbigliamento erano maldestramente contraffatti; le macchine del caffe’ sono risultate provento di furto. La refurtiva verra’ restituita ai legittimi proprietari mentre ulteriori accertamenti verranno effettuati sul rimanente materiale, di dubbia provenienza. 

 

You have no rights to post comments ##