Caro benzina: il Codacons suona la sveglia al Governo

s_664_400_16777215_00_images_prezzo-della-benzina.png

Volano i listini dei carburanti, con la benzina che, in base ai dati odierni forniti dal Mite, raggiunge quota 1,850 euro al litro, mentre il gasolio è venduto in media a 1,722 euro/litro.
Un rincaro senza sosta che, secondo il Codacons, porta un pieno di benzina a costare oggi +6,35 euro da inizio anno (+16,6 euro rispetto al 2021), mentre per un pieno di diesel il rincaro da inizio gennaio raggiunge +6,7 euro. 
Codacons Dichiara: “Solo per i maggiori costi legati ai rifornimenti di carburante una famiglie si ritrova a spendere oggi circa 400 euro annui in più rispetto al 2021. Lo Stato con l’Iva e le accise continua a guadagnare grazie all’aumento dei prezzi alla pompa, mentre le famiglie subiscono un progressivo impoverimento. Il Governo non può più rimanere a guardare, e serve intervenire con urgenza perché la corsa dei listini di benzina e gasolio sta determinando effetti pesanti sui prezzi al dettaglio, con un danno per l’intera economia italiana.
Necessario che lo stato prenda provvedimenti!

You have no rights to post comments ##