Estorsione ad architetto di Vimercate, tre italiani in manette

pizzo.jpgVimercate. Ventimila euro per chiudere una presunta vicenda di quattro anni fa, oppure dalle parole sarebbero passati ai fatti, magari facendo esplodere qualche colpo di pistola. Un imprenditore edile e due pregiudicati sono stati arrestati ieri alcune ore fa a Seregno con l'accusa di estorsione. I tre sono stati sorpresi all'interno di un locale pubblico. Si tratta di F.S., 51 anni, di Cesano Maderno, imprenditore edile incensurato, di A.R., 49 anni, di Monza e di C.D., 47 anni, di Monza, entrambi nullafacenti e pregiudicati.

Secondo quando ricostruito dai carabinieri del Nucleo operativo di Vimercate dopo intercettazioni, appostamenti, pedinamenti e sofisticate analisi di prove raccolte con le più moderne tecnologie, la banda per tutto il mese di luglio aveva assillato e minacciato un architetto di Vimercate, specializzato in attività cantieristica e con uffici anche in Alta Brianza, chiedendo il versamento di 20mila euro. La cifra sarebbe stata prestata ad un conoscente del professionista nel corso di una operazione edile conclusasi nel 2011. Tutta la vicenda è da chiarire visto che l'architetto non sarebbe stato a conoscenza nè della presunta operazione nè del soggetto a cui sarebbero stati prestati i soldi. Grazie alla denuncia del professionista, i tre sono stati arrestati in flagranza mentre si facevano consegnare un anticipo da 5mila euro. Ora si trovano in carcere a Monza.

Non è escluso che con lo stesso copione e con una precisa suddivisione dei compiti i tre abbiano messo a segno analoghe estorsioni ai danni di professionisti brianzoli e lombardi. 

You have no rights to post comments ##