Fondo Città Solidale, così si aiutano le famiglie

vimercate-città-solidale-3.jpgVimercate. Sono ormai 5 anni che il Fondo Città Solidale si adopera per aiutare le famiglie vimercatesi che si trovano in situazione di temporanea difficoltà, dovuta principalmente alla crisi economica (nella foto di repertorio l'ex assessore Carla Riva riceve nel 2013 un assegno da 5000 euro dal direttore del Centro Commerciale Torri Bianche, Francesco Del Torchio). Il fondo, nato all’inizio del 2011 per un’iniziativa di collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e la Comunità Pastorale della Beata Vergine del Rosario, offre infatti aiuti temporanei a chi si fosse ritrovato all’improvviso in situazioni di ristrettezze economiche e fosse impossibilitato a sostenere spese contingenti.

Fino ad oggi numerose sono le famiglie che hanno potuto accedere al fondo per superare momenti di difficoltà; al 31 dicembre 2015 infatti ben 437 famiglie si sono rivolte al fondo e di queste 274 hanno ottenuto un aiuto. Solo nel 2015 sono stati erogati quasi 20.000 euro in contributi per la casa e circa 6500 euro in contributi alimentari (buoni spesa e buoni pasto).

Come ormai noto il Fondo può proseguire le sue attività grazie alle offerte di enti, associazioni e privati; anche nel 2015 sono stati numerosi coloro che hanno contribuito al Fondo Città Solidale, tante le donazioni private e tante quelle delle associazioni che si impegnano costantemente in attività di raccolta fondi; tra le realtà cittadine più attive è doveroso citare l’Associazione Volontariato Vimercatese (AVOLVI) che si è sempre dimostrata vicina al Fondo Città Solidale e ha versato nel corso degli anni più di 25.000 euro.

Ognuno può contribuire al Fondo Città Solidale o versando il proprio contributo a:
- Banca Barclays, agenzia di Via Mazzini (Vimercate), IBAN: IT71D0305134071000031530029;
- Banco di Desio agenzia di via Milano (Vimercate) IBAN del c/c 118900: IT95 C034 4034 0700 0000 0118 900;
-Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus - Banca Popolare di Milano - IBAN: IT 21 Z 05584 20400 000000029299, causale Fondo Città Solidale (in questo caso è possibile usufruire delle detrazioni fiscali).

Un’altra possibilità è quella di affidare il proprio contributo alle associazioni che aderiscono all’atto costitutivo del fondo, le quali faranno da tramite per la donazione dei privati cittadini.

Anche per il 2016 le attività continuano; nella seconda metà di febbraio si terrà l’assemblea dei soci sostenitori durante la quale verranno rendicontate nel dettaglio le attività del fondo e sarà presentato un nuovo progetto che prevede la possibilità di dare opportunità lavorative a chi ha già ricevuto due contributi dal fondo ma permane in una situazione di difficoltà economica per l’assenza di un lavoro.

You have no rights to post comments ##