Industrie pericolose, un piano d'emergenza per la Dobfar

dobfar.JPGVimercate. Un piano d'emergenza specifico per la Dobfar. La normativa sugli impianti industriali pericolosi (Decreto del Ministero dell’Ambiente 24 luglio 2009, n. 139 “Regolamento recante la disciplina delle forme di consultazione della popolazione sui piani di emergenza esterni, ai sensi dell'articolo 20, comma 6, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334”) - spiega un comunicato stampa ufficiale del Comune di Vimercate - prevede che le Prefetture predispongano Piani di Emergenza per eventuali incidenti con possibili effetti sul territorio e sulla popolazione. A al fine la Prefettura di Monza ha redatto un Piano di Emergenza generale e uno specifico, relativo all’Azienda ACSDobfar S.p.A. di Vimercate. L'azienda si trova in via Marzabotto, al confine con Concorezzo ed Agrate, a ridosso della tangenziale Est (foto tratta dal sito aziendale) e produce materie prime per l'industria chimica e farmaceutica. Prefettura e Comune sono obbligati a predisporre specifiche azioni di informazione e comunicazione alla popolazione, relativamente ai citati Piani, nonché alla raccolta di questionari con suggerimenti che i cittadini vogliano esprimere. Trascorsi trenta giorni dall’inizio di queste attività di informazione e comunicazione il Prefetto può procedere, con proprio atto, all’adozione definitiva del Piano. I documenti relativi ai Piani per i cittadini sono disponibili sui siti internet della Prefettura (www.prefettura.it/monzaebrianza, sezione Piani di Emergenza Esterna) e del Comune (www.comune.vimercate.mb.it, sezione Notizie). Il questionario invece è disponibile presso Spazio Città. Si provvederà inoltre, entro la fine di ottobre, a divulgare specifiche note informative attraverso l’affissione di manifesti, nelle zone del territorio cittadino interessate, e attraverso la distribuzione di volantini ai nuclei familiari della zona circostante la sede della ACSDobfar, più direttamente coinvolti dagli eventuali effetti di un incidente ambientale rilevante. I documenti integrali relativi ai due Piani sono consultabili anche presso Spazio Città, dove è anche possibile consegnare il questionario compilato e firmato. Il questionario può essere restituito anche alla Prefettura di Monza e Brianza via fax (n. 039.2410437), via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) oppure a mano a mano nella sede di via Prina, 17 (1° piano) a Monza.

LEGGI ANCHE

Dobfar chiede il raddoppio, timori nei cittadini e nei sindaci. Ecco la scheda

Dobfar, interviene l'assessore: "Diminuiamo i rischi per la salute"

You have no rights to post comments ##