Metro a Vimercate: per la società i lavori partiranno nel 2015

metrovimercate.jpg Vimercate. I lavori per il prolungamento della metropolitana da Cologno a Vimercate inizieranno nel 2015. E' quanto recita tuttora (forse per un mancato aggiornamento) il sito ufficiale di Metropolitana Milanese, la società che si occupa della rete cittadina e che nel tempo si è inserita anche in altri settori di riqualifcazione urbanistica e ingegneria idraulica. Il portale ufficiale della società per azioni, infatti, inserisce l'avvio dei lavori per i 9,7 km di prolungamento (con stazioni a Brugherio, Carugate, Agrate, Concorezzo e Vimercate) nel 2015, specificando che il progetto definitivo è ancora in fase di completamento e mancano risorse da reperire. Risorse che non sono, però, inserite nel decreto sblocca-Italia del Governo Renzi, che ha invece finanziato, tra le altre, la metropolitana di Salerno, di Cagliari, di Lecce e di Torino.

In occasione della tormentata visita di Renzi all'Alcatel, il sindaco Paolo Brambilla ha consegnato a Renzi in anteprima la lettera che i 5 sindaci delle città interessate dalla tratta spediranno al governatore lombardo Roberto Maroni nei prossimi giorni. Il tema della missiva è “la convocazione urgente di un tavolo con i soggetti interessati per riavviare i lavori e riportare in agenda questo importante progetto, inserendolo anche nell’aggiornamento del Piano Territoriale Regionale del 2014 allegato al Documento di Economia e Finanza regionale 2014 e tornare a chiedere a tutti i livelli istituzionali un grande sforzo corale per rispettare i patti e realizzare un’opera necessaria e ormai, davvero urgentissima”. Secondo i sindaci di Vimercate, Brugherio, Agrate Brianza, Carugate e Concorezzo se “Matteo Renzi, alla guida del semestre europeo, parla di sviluppo e di rilancio dell’Italia e dell’Europa, abbiamo un’occasione quasi unica che è nostro dovere non lasciarci sfuggire, di attivare un lavoro di rete che ci permetta di andare a ricercare fonti di finanziamento nazionali ed europee per cofinanziare l’opera per la parte a carico dei comuni. Ma questo può avvenire solo se le quote a carico di Stato e Regione non resteranno una pura chimera e se Regione Lombardia si farà promotrice in prima persona di questo progetto, strategico per il futuro del territorio brianzolo e lombardo così come per Expo 2015”. 
“Appare fin troppo evidente che fra gli effetti del prolungamento della metropolitana ci sia un supporto fattivo e determinante all’attrattività di questa parte del territorio per le imprese”, aggiunge Brambilla – “La presenza di una delle fermate proprio in prossimità dell’Energy Park e del complesso delle Torri Bianche rappresenterebbe un volano di ulteriore valorizzazione di questo sito, il cui valore in termini di innovazione è rappresentato proprio dalla presenza di imprese come Alcatel Lucent, come SAP, Esprinet o Cisco”.

LA PETIZIONE

In questi giorni è on-line una petizione ad hoc: 

http://www.change.org/p/regione-lombardia-portate-la-metropolitana-a-vimercate-metroavime

metrovimercate2.JPG

 

You have no rights to post comments ##