Picchiata e ridotta in schiavitù dal marito per 5 anni

violenza.jpgVimercate. Picchiata e ridotta in schiavitù dal marito. Se era necessario un fatto di cronaca per certificare l'urgenza e la necessità di giornate come il 25 novembre (dedicato all'eliminazione della violenza sulle donne), l'arresto effettuato questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Vimercate, diretta dal capitano MArco D'Aleo, è la riprova del perdurare anche in Lombardia e in Brianza di situazioni allucinanti e medioevali.

Nelle prime ore  della mattinata odierna i militari della stazione carabinieri di Vimercate hanno infatti arrestato un pregiudicato, originario della Campania, 52enne, artigiano, che era stato colpito da una “ordinanza di custodia cautelare in carcere” emessa dal Giudice indagini preliminari del tribunale di Monza che accoglieva integralmente l’esito delle risultanze investigative prodotte dal Comando stazionedi Vimercate a seguito di una querela. Nel mese di maggio, infatti, la moglie dell’uomo, una 46enne, aveva trovato  la forza di denunciare una serie di maltrattamenti in famiglia perduranti da oltre 5 anni e rapprsentati, oltre che da violenze fisiche e percosse, anche da una sostanziale totale privazione del denaro contante che, di fatto, aveva determinato una sostanziale (e voluta) subordinazione della stessa donna al marito (tale fenomeno, in effetti, prende il nome, recentemente coniato, di violenza economica). L'uomo si trova ora in carcere a Monza a disposizione delle autorità.

You have no rights to post comments ##