Prigione di marmo per un gatto trovato vicino all'Alcatel

gattogogna.jpg

gattogogna2.jpg

Vimercate. Che i volontari dell’Enpa ne vedano di tutti i colori non è certo una novità, ma dietro la porta rossa del canile non si smette mai di restare sorpresi. Proprio come è successo alcuni giorni fa, quando a suonare al cancello della struttura di via Buonarroti a Monza sono arrivati alcuni dipendenti della Alcatel di Vimercate ... con una bella gatta da pelare. In un grosso scatolone di carta avevano portato con loro una curiosa composizione formata da un'enorme piastrella di compensato pressato e da un micio rosso.  Come le due parti si siano incastrate fra di loro resterà sempre un mistero, dato che l'azienda era rimasta chiusa per tutto il weekend. L'unica cosa certa è stata sin da subito che la malcapitata bestiola, per nulla domestica, non era affatto contenta né di essere rimasta incastrata né di farsi aiutare da qualcuno.

gattogogna2.jpgGli operatori, trovato il gatto col testone da una parte della mattonella e il sedere dall'altra, hanno deciso che  doveva essere tirato fuori appena possibile da quell'evidente imbarazzo. Non essendo ancora arrivati in canile i veterinari ENPA, il micio è stato portato alla clinica veterinaria di Cologno Monzese. Qui, una volta sedato il gatto, non è stato poi così difficile liberarlo dall'ingombro, senza dover rompere la piastrella. Riabilitata salute e autostima, il gattone è stato nuovamente liberato nella colonia felina cui apparteneva.

You have no rights to post comments ##