Raccolta fondi per il 118, ma è una truffa

avps13.jpg

Vimercate. Si sono spacciati per volontari del 118 chiedendo telefonicamente un appuntamento per poi presentarsi in casa a raccogliere fondi. Ma grazie a una fortuita casualità sono stati smascherati. A denunciare il rischio di raggiri è l'Associazione volontari di Pronto soccorso (AVPS). "Questa mattina - spiega Elio Brambati, presidente dell'Avps - la zia di una nostra volontaria, che abita a Brugherio, è stata contatttata telefonicamente da individui che si sono spacciati per volontari della nostra associazione. Hanno detto che sarebbero passati per una raccolta fondi, ma quando la donna ha rivelato di essere la zia di una nostra iscritta, allora hanno frettolosamente chiuso la conversazione. E' urgente far sapere che la nostra Associazione ma credo nessuna del territorio faccia questo tipo di raccolta fondi: quando ci sono iniziative ci presentiamo in piazza in divisa e con i mezzi di soccorso, senza il bisogno di chiamare la gente a casa. Chi dovesse ricevere telefonate simili contatti noi e soprattutto il 112".

You have no rights to post comments ##