Ruba l'identità ad un arcorese e compie una truffa da 38mila euro

via_vittorio_emanuele.jpgVimercate. Ha rubato l'identità ad un ignaro cittadino di Arcore e poi ha messo a segno una truffa da 38mila euro in centro a Vimercate. Sul più bello, però, quando stava per incassare i soldi, è stato arrestato dai carabinieri di via Chiesa, coordinati dal capitano Antonio Stanizzi.

Giovedì pomeriggio i militari della stazione cittadino hanno arrestato un pregiudicato 58enne di origini campane, da tempo residente a San Donato Milanese (MI), ritenuto responsabile di truffa aggravata, falsità materiale commessa da privato e sostituzione di persona.

L’uomo, grazie ad un documento di identità falsificato, nei giorni scorsi era riuscito a farsi concedere un prestito di 38 mila euro da una società finanziaria. Si era poi recato presso una banca di via Vittorio Emanuele, dove aveva acceso un conto corrente, sul quale sarebbe dovuto confluire il denaro richiesto. Il direttore dell’istituto di credito, insospettito dall’atteggiamento e dalle continue richieste di informazioni, relative alla possibilità di gestire il conto da casa, ha chiamato i Carabinieri per sincerarsi della genuinità del documento esibito.

Giunti sul posto, i militari si sono accorti subito che qualcosa non andava. Così, quando ieri pomeriggio il truffatore si è presentato per incassare il denaro, nel frattempo transitato sul nuovo conto corrente, ad attenderlo ha trovato gli uomini dell’Arma che hanno fatto scattare le manette.

La carta di identità contraffatta, utilizzata per la truffa, era intestata ad un ignaro cittadino di Arcore (MB). Sono in corso accertamenti per risalire ad eventuali ulteriori episodi che vedono coinvolto il pregiudicato, il quale, tratto in arresto, rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE

"Sono l'idraulico": truffatore seriale raggirava anziane indifese

Caccia alla mora e alla bionda specialiste della truffa

You have no rights to post comments ##