Tragedia sul monte Disgrazia, morti quattro membri del Cai di Sulbiate

montedisgrazia.jpgValmasino. Quattro alpinisti legati al Cai di Sulbiate sono morti domenica mattina in alta Valmasino, sotto il Monte Disgrazia. Secondo quanto riferito dal segretario del Cai sulbiatese, Fausto Stucchi, si stavano allenando per il Monte Bianco. Della cordata faevano parte anche altre due persone che, però, avevano rinunciato poco prima della tragedia viste le avverse condizioni meteo (c'era nebbia in quota).

Alberto Peruffo, 51 anni, di Veduggio con Colzano, Giuseppe Ravanelli, 46 anni, di Monza, Giuseppe Gritti, 46 anni di Mezzago e Mauro Mandelli, 46 anni, di Brugherio, sono morti dopo essere precipitati per 700 metri dopo aver risalito il ghiacciaio Predarossa lungo il canalone Schenatti. A sentire le urla e a dare l'allarme, in condizioni meteoreologiche precarie, Giovanna Carta di Bellusco e Giuseppe Dorio di Brugherio. La tragedia si è verificata intorno alle 10,30, a 2900 metri di quota. Erano tutti alpinisti seri e preparati

You have no rights to post comments ##