Vimercate, costretta a partorire dopo una fuga di gas

Vimercate, costretta a partorire dopo una fuga di gas

Vimercate. Ha rischiato di perdere il figlio in grembo a causa di una fuga di monossido e ha dovuto partorire d'urgenza con il taglio cesareo. Una vita nata alla luce tra mille difficoltà quella che ha avuto come protagonista una giovane mamma di 25 anni di Cambiago.

La donna è stata portata d'urgenza in sala parto dopo essere rimasta vittima di esalazioni di monossido di carbonio sprigionatesi  nella sua abitazione, forse a causa del mal funzionamento dell'impianto di riscaldamento (leggi anche Intossicazione da monossido a Vimercate: 3 gravi)

In ospedale anche il marito della donna e l'altro figlio di tre anni. L'uomo è stato curato nella camera iperbarica del Niguarda a Milano. La madre, al nono mese di gravidanza, è stata indotta al parto con il cesareo per scongiurare effetti collaterali sul nascituro. Dopo il parto la neonata è stata trasferita al San Gerardo di Monza, in Terapia intensiva.

You have no rights to post comments ##