Violenza sessuale di gruppo, arrestato magrebino

violenza_sessuale.JPGBellusco. La giustizia è arrivata dopo 11 anni e ora un giovane mabrebino dovrà scontare in carcere quattro anni per pagare il prezzo di una orribile violenza sessuale di gruppo. L'operazione dei carabinieri della locale caserma è scattata lo scorso 4 febbraio. A finire in manette E.H.O., ricercato, 27enne, marocchino, di fatto residente a Bellusco, nullafacente. Il giovane era colpito da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale per i Minorenni di Milano: sui di lui pendeva una condanna a 4 e mesi 3 di reclusione per “violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona e rapina in concorso”. Il magrebino è stato fermato nei pressi della propria abitazione e poi trasferito in carcere a Monza. Il provvedimento giudiziario scaturisce da un episodio avvenuto la notte del 17 giugno 2005 presso la stazione centrale di Milano.  Quel giorno la Polizia Ferroviaria aveva dovuto soccorrere una donna donna italiana 56enne che, intorno a mezzanotte, era stata sequestrata da due cittadini stranieri, portata a fonza in un locale abbandonato nei pressi del sottopasso di uno dei binari della stazione di Milano e lì violentata. Non contenti i due criminali le avevano anche rubato 200 euro in contanti. E.H.O, ai tempi minorenne, era stato indentificato poco dopo e condotto al carcere minorile Beccaria. Ora, a 11 anni di distanza, è arrivata la condanna definitiva.

You have no rights to post comments ##