Come scegliere un cucciolo? Ce lo spiega il "personal Vet"

lollo_rubrica.jpgParte una nuova iniziativa editoriale del nostro giornale dedicata agli animali e a chi vuole vivere nel loro mondo nel modo miglior e più adeguato possibile. Grazie alla collaborazione con il medico veterinario Lorenzo Redaelli, inizia oggi una nuova rubrica. Questo è il primo di una serie di articoli che speriamo possano informarvi, consigliarvi ed aiutarvi nel rapporto con il vostro amico a 4 zampe.
Quale miglior modo per iniziare una rubrica, se non partendo proprio dall’inizio, ovvero dalla scelta? Oggi nello specifico parleremo dei cani.

È indubbio che portino allegria e felicità dentro casa. Ma qual è, o meglio, quale potrebbe essere quello più adatto?

Innanzitutto, sebbene siano molto diversi tra loro, (pensiamo ad un san bernardo e ad uno yorkshire), nessuno di essi è un giocattolo e necessiteranno quindi di un grande impegno da parte nostra.

 La casa

Certi cani non sono fatti per restare chiusi in un bilocale tutto il tempo, così come altri si adattano perfettamente alle comodità di un divano e della vita domestica.

Nel primo gruppo rientrano cani come i border collie, i jack russel e molti altri ancora; sono sempre pieni di energia e hanno bisogno di spazi ampi per correre e sfogarsi quasi di continuo. Avrebbero quindi bisogno di un giardino dove fare tutto ciò.

Se vivete in un appartamento, allora per voi sarebbe meglio un cane di piccole dimensioni, magari un west highland, o altri cagnolini di razza piccola o “toy”. Sono molto vivaci, a volte dei veri terremoti, ma, soprattutto per una questione fisica, non hanno problemi a stare in un appartamento.

 I bambini

Spesso si pensa che avendo un bambino piccolo per casa, sia meglio un cane di taglia piccola. Sbagliato! Per quanto piccolino, un bambino di 4 o 5 anni è di gran lunga più grande del più grosso dei chihuahua, il quale potrebbe sentirsi minacciato da alcuni movimenti un po’ bruschi e poco coordinati, spaventarsi e quindi mordere per difendersi. Labrador e boxer, ad esempio, sono invece cani dotati di una pazienza infinita, anche con i bambini più pestiferi. Ricordate però che un bambino piccolo non va mai lasciato da solo con un cane e non va mai fatto avvicinare a lui mentre sta mangiando, anche se è il cane più bravo del mondo!

L’età giusta

I cuccioli sono molto impegnativi, bisogna insegnar loro alcune regole base se non volete ritrovarvi in casa dei veri e propri teppisti a 4 zampe. Per fare ciò c’è bisogno di impegno, costanza e perseveranza. Se preferite, è comunque possibile trovare cani un po’ più grandi e già addestrati.

Lo stile di vita

Se siete delle persone molto attive e sognate di andare a correre e a fare lunghe camminate con il vostro cane, il carlino non sarà il cane che fa per voi: meglio magari un pastore australiano. Viceversa un bulldog inglese sarà il vostro compagno perfetto per farvi compagnia sul divano mentre guardate una partita o la vostra serie tv preferita.

Ricordate, comunque, che oltre ai cani di razza, ci sono tantissimi amici a 4 zampe nei canili che non aspettano altro che donare tantissimo amore a chi è pronto ad adottarli.

Amanti dei gatti, non preoccupatevi, il prossimo articolo sarà dedicato interamente a loro con diversi consigli su come prepararsi al meglio per accoglierli in casa vostra.

Potete contattare il dottor Redaelli, che esegue anche interventi a domicilio 24 ore su 24, sulla sua pagina Facebook (clicca qui) oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: le domande e le richieste di pareri più interessanti saranno pubblicate con la risposta del veterinario

Qui sotto Lorenzo Redaelli al lavoro in Italia e negli Stati Uniti

lollo1.jpg

lollo2.jpg

You have no rights to post comments ##