Compie due anni il sentiero del Molgora adottato dal Cai: scopriamolo insieme

caisentieromolgora.jpg

Vimercate. Sta per iniziare la seconda stagione della collaborazione tra il Consorzio Parco del Molgora e la sezione di Vimercate del Club Alpino Italiano. Nel mese di febbraio del 2014 era stata siglata una convenzione con la quale il CAI si è impegnava a sorvegliare e mantenere pulito e transitabile uno dei sentieri del Parco a nord della città, in una zona di particolare interesse paesaggistico e naturalistico. 

Si tratta di un percorso circolare che può iniziare da Ruginello o dal quartiere di san Maurizio, toccando Villanova di Bernareggio, Passirano di Carnate e l'ansa del torrente Molgora. Un anello che apre inaspettati scorci sulle vicine montagne e permette di osservare i colori della campagna coltivata e dei piccoli boschi, nel succedersi delle  stagioni. Da aprile a fine ottobre del 2014 i volontari del CAI hanno effettuato 12 mezze giornate di presenza sul percorso, durante le quali tenuto conto del numero di persone impegnate sono state svolte complessivamente 196 ore di lavoro. "L'attività principale consiste nel taglio dell'erba, dei rami e dei rovi sui sentieri, e nella raccolta dei rifiuti che spesso vengono abbandonati - spiegano dal Cai - Ma l'aspetto qualificante della collaborazione sta nell'aiutare il Parco a tenere regolarmente sorvegliato il percorso, segnalando alla direzione le irregolarità come la caduta di alberi o l'abbandono di grandi rifiuti, per consentire di intervenire tempestivamente".

Il presidente del Consorzio Parco del Molgora Luigi Villa, sottolinea che la collaborazione con le associazioni del territorio rientra nelle politiche del Parco, sia per un fine utilitaristico  che per la fidelizzazione al Parco di una più vasta parte della popolazione consortile. Il coinvolgimento delle associazioni di stampo ambientale (in senso lato, come nel caso del CAI) mette in moto la compartecipazione attiva nella protezione delle sottovalutate risorse naturali che ci sono rimaste, facilitando la fruizione da parte degli estimatori delle bellezze naturali e del sano passeggio, o corsa per i più giovani, in un contesto scevro dallo stress della società moderna.

Il presidente del CAI Vimercate Paolo Villa ricorda che la nostra associazione che solo a Vimercate conta circa mille soci vuole dare un contributo al proprio territorio, e nel contempo incentivare i cittadini a camminare nelle campagne che circondano la città. Il gran numero di persone che utilizzano le piste ciclo pedonali ci fa pensare che la promozione di un sentiero ben tenuto potrà attrarre nuovi camminatori.  In un paio d'ore di passeggiata rilassante si possono osservare gli inaspettati panorami che la zona offre a chi ha la curiosità di andarseli a cercare, e ci si può anche allenare per le uscite in montagna. La maggiore soddisfazione avuta in questa prima stagione sono stati lo stupore e la riconoscenza dei frequentatori abituali del sentiero, che incontrandoci sul percorso mentre lavoravamo volevano sapere chi fossimo e perché lo facessimo.

I prossimi obiettivi della collaborazione sono la posa di cartelli indicatori e la valorizzazione del tracciato presso il pubblico.

A questo proposito il 31 maggio, giorno dedicato dal CAI nazionale alle escursioni nei Parchi, sarà organizzata una camminata sul sentiero aperta a tutti i cittadini e sotto la guida di esperti del Parco Molgora. Martedì 26 maggio, invece, presso la Villa Gussi, in una serata preparatoria verranno illustrate le diverse peculiarità naturalistiche e paesaggistiche presenti sul percorso.

caisentieromolgora1.jpg

You have no rights to post comments ##