Amianto alla scuola Perrault: "Nessun rischio per i bambini"

asilo_perrault.JPGVimercate. "Nessun pericolo e nessun rischio per le bambini e i bambini che frequentano o hanno frequentato il plesso di Oreno". Lo sottolinea il Comune annunciando che partiranno a maggio 2016 e termineranno ad agosto i lavori di rimozione del vetusto pavimento di linoleum della scuola dell’infanzia Perrault a Oreno. E se la lista CivicaVimercate aveva lasciato intendere con un comunicato stampa una certa urgenza nell'intervento, Palazzo Trotti precisa che si tratta di "quattro mesi di lavori, così come previsto dal progetto, per un’opera, programmata da tempo dall’Amministrazione Comunale e che sta seguendo l’iter tecnico-amministrativo (progetto premilitare già approvato) in concerto con tutti gli enti preposti". Visto, però il clima di apprensione respirato da molti genitori, il prossimo 8 gennaio si terrà un incontro con tutti i genitori dei bambini del plesso

"Un intervento al quale l’Amministrazione ha dedicato attenzione particolare da molto tempo, nella
progettazione e nella dotazione delle risorse necessarie, che non risponde a motivi di urgenza, e che non è
quindi in alcun modo da mettere in relazione a notizie allarmistiche circolate in queste settimane circa la
presenza di amianto", recita ancora il comunicato stampa diffuso dal Comune.
Dalle analisi effettuate, infatti, certificate anche in una comunicazione redatta dal Responsabile del Servizio
di Prevenzione e Protezione del Comune, è emerso “che le piastrelle che compongono il
pavimento sono in linoleum, un materiale costituito da un polimero vinilico in cui le fibre di amianto sono
inglobate, in una matrice dalla quale è pressoché impossibile staccarle; anche limando o grattando con un
materiale abrasivo la superficie delle piastrelle, si ottiene, molto a fatica, una polvere vinilica, in cui le fibre
sono comunque disperse. Ribadisco, è molto difficile disgregare la superficie delle piastrelle, anche con
attrezzi meccanici o elettrici: è quindi impossibile riuscire a farlo per un bambino o per un collaboratore
scolastico”.
Ogni allarmismo anche involontario in questo senso è privo di ogni fondamento, evidenzia il Comune.
Il pavimento rimosso occupa una superficie di 1000 mq e impegnerà risorse per circa 250.000 euro e sarà
completato l’intervento con la ritinteggiatura di tutte le pareti e verniciatura dei caloriferi.
E’ previsto inoltre, venerdì 8 gennaio, un incontro tra l’assessore ai Lavori Pubblici Guido Fumagalli, i tecnici
comunali in concerto con la direzione scolastica e i genitori dei bambini che frequentano il plesso durante il
quale sarà illustrato il progetto, le operazione di cantiere e la logistica con la quale i bambini saranno
temporaneamente ospitati in altre strutture, stante l’impossibilità, per la durata di tempo che l’intervento
necessita, di farlo cadere esclusivamente durante la chiusura estiva.

Possibili casi di tumore per l'amianto in città?

Amianto, troppi cittadini sono ancora fuori legge

Amianto, in cinque anni rimosso solo il 27%: ecco la mappa

You have no rights to post comments ##