Pesi piuma, Vissia Trovato è regina d'Europa

vissia_trovato.jpg

Vimercate. Forte, determinata, vincente. La più forte. La regina d'Europa. E mentre l'Italia come sempre si incolla davanti alla televisione per gli europei di calcio, la vimercatese Vissia Trovato, 33 anni, in campo ci è scesa davvero. Niente velluto, niente prato tirato a lucido, ma un ring dove si fa sul serio. Sul quadrato della Palestra Nuova ad Ascona, nel Canton Ticino, la vimercatese ha conquistato il titolo europeo dei pesi piuma. La trovato, che combatte con i colori della Boxe Loreni e lavora come istruttrice per la palestra The Ring di Cernusco sul Naviglio, ha battuto l'ungherese Renata Dosmodi alla quarta ripresa per ko tecnico. Un match praticamente mai in discussione: la Trovato ha attaccato fin dal primo round costringendo la rivale a un confronto senza esclusione di colpi che è stato fermato dall'arbitro al quarto round per manifesta superiorità della campionessa brianzola.

"Piangevo di felicità sabato sera, ed ora, che sono passati due giorni ancora questa emozione mi inumidisce gli occhi di gioia - ha scritto la neo-campionessa Trovato su facebook (la foto è tratta dalla sua pagina) - Ho voluto aspettare a fare il mio ringraziamento pubblico perchè non volevo farmi prendere dalla foga del momento e fare un lunghissimo elenco di nomi e di Grazie. Mi sembrava che così non avrei reso abbastanza chiaramente la grandezza della mia gratitudine per il raggiungimento di questo traguardo. Volevo ragionare a mente lucida e trovare delle parole migliori, più belle, più significanti, più profonde... Ma adesso, che sono ormai due giorni che ci penso, mi sembra impossibile tradurre in parole quello che provo. Prima di salire sul ring ero carica di emozione ed energia, ma tranquilla come non mi era mai successo prima. Il lavoro di preparazione che mi ha portato a combattere questo europeo è stato fatto così bene da così tante persone che si sono dedicate con così tanta passione energia sudore e affetto che dentro di me mi sembrava di salire a combattere insieme ad un esercito!! Ogni goccia del sudore di questa grandissima squadra, ogni minuto del tempo che mi è stato dedicato, ogni pensiero ed ogni sorriso, non mi hanno caricato di responsabilità ma hanno riempito fino all'orlo un immenso serbatoio. L'unica cosa di cui ero perfettamente consapevole era che per fermarmi, la mia avversaria avrebbe dovuto spararmi! E così siamo saliti TUTTI sul ring e TUTTI insieme abbiamo conquistato questa cintura. Ennesima dimostrazione di quanto la Boxe sia un meraviglioso e magico sport di squadra, dove la squadra è così unita e affiatata che diventa una FAMIGLIA. E alla fine, l'unica parola che ho ripetuto all'infinito sabato, e ha senso dire ancora è GRAZIE".

You have no rights to post comments ##