Sartini porta Mascia e il PD al ballottaggio

mascia_comune.jpgVimercate. Il 19 giugno si torna a votare. Non ce l'ha fatta l'avvocato Mariasole Mascia (sostenuta da PD, Sinistra, Comunità Solidale e dalla propria lista) a confermare la tradizione del centrosinistra vincente al primo turno.

Lo spoglio (al momento mancano solo i dati di una sezione) ha dato un esito a tratti imprevedibile: la maggioranza uscente è ferma al 44% (dato più basso degli ultimi 20 anni), mentre il Movimento 5 Stelle vola al 20,5% con Francesco Sartini. Il centrodestra spaccato da logiche di partito si morde le mani per l'occasione persa: Cristina Biella (FI e Lega) è al 16,5%, mentre Alessandro Cagliani di Noi per Vimercate è al 15,5%: dei 1900 presi da quest'ultimo, poco meno del 30% sono portati in dote dagli ex consiglieri leghisti Nebel, Andreoni e Brambati.

SCENARI. Al ballottaggio il Movimento 5 Stelle non dovrebbe cercare apparentamenti. Di certo la civica di Cagliani, prima del voto, aveva informalmente garantito il sostegno ad un eventuale ballottaggio di Sartini, con cui Cagliani e i consiglieri leghisti hanno sempre collaborato nell'opposizione alla maggioranza. Anche l'elettorato del Carroccio potrebbe convergere sul grillino. Di certo, alla luce della tradizione amministrativa vimercatese, l'avvocato Mascia parte favorita. Ma la partita è aperta.

Il confronto con le passate elezioniElezioni, verso un clamoroso ballottaggio. Affluenza -10%

Leggi anche

Grande festa del Rugby, trionfano i Pirati

Acquarellando, così si diventa artisti

Saccheggiata la scuola professionale di via Dozio

torri_giugno.jpg

Per la tua pubblicità: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

You have no rights to post comments ##