Unione dei Tre Parchi, il sindaco: Grande opportunità per il territorio

paolobrambilla.jpgVimercate.  Con 11 voti favorevoli e 5 contrari il Consiglio Comunale di Vimercate ha deliberato l’adesione all’Unione dei Comuni di Burago di Molgora, Carnate, Ornago e Vimercate denominato Unione dei Comuni dei Tre Parchi. Il Consiglio comunale ha così ha raggiunto il quorum per l’approvazione definitiva a seguito delle due sedute  nelle quali era necessaria la maggioranza assoluta dei consiglieri così come dettato dalle norme. 

Il Sindaco Paolo Brambilla  ha conclusione della seduta ha dichiarato: “Con la votazione favorevole da parte del Consiglio Comunale di Vimercate si conclude l’iter di approvazione dello Statuto nell’ambito dei 4 Consigli Comunali dei Comuni di Burago di Molgora, Carnate, Ornago e Vimercate.
L’Unione dei Tre parchi è la prima istituzione di questo genere nell’ambito della provincia di Monza e Brianza. Un nuovo ente che vuole costituire un’opportunità di semplificazione della pubblica amministrazione, in un contesto in grande movimento sotto il profilo delle revisioni istituzionali che sta vivendo il nostro paese. Nella cronica situazione di difficoltà dal punto di vista della disponibilità delle risorse economiche e dei vincoli di spesa e del personale nel quale versano i Comuni, questo sarà uno strumento che se ben utilizzato possa rappresentare una grande opportunità per il nostro territorio.  Abbiamo creato un contenitore e abbiamo espresso una grande manifestazione di volontà politica. Il lavoro concreto comincia oggi. Misureremo con i fatti i migliori livelli di efficacia ed efficienza che sapremo  sviluppare con questo strumento, con il graduale conferimento delle funzioni da parte dei Comuni.  Un pezzo del vimercatese è stato in grado di raccogliere la sfida della semplificazione amministrativa, a
nome dei Sindaci dei Comuni dell’Unione mi sento di ringraziare in particolare chi in questi mesi ha coordinato il lavoro per la predisposizione degli atti e del progetto, il Segretario di Vimercate dr. Ciro  Maddaluno. L’Unione è una grande responsabilità che ci assumiamo tutti. Chi si impegnerà lo farà senza compensi, aggiungendo al lavoro nei singoli Comuni quello per l’Unione, ma sono sicuro che tutti lo faremo con
l’orgoglio di vivere una sfida per dare risposte concrete ed efficaci ai nostri cittadini. Il cammino dell’Unione proseguirà immediatamente con la pubblicazione della delibera che, come prevede la  norma, passati trenta giorni ci permetterà di firmare l’atto costitutivo”.

You have no rights to post comments ##