Arriva il cimitero per gli animali

Arriva il cimitero per gli animali

Seppellire i propri cari spesso non vuol dire solo fare il funerale e piangere famigliari o amici. C'è chi vuole degna sepoltura anche per gli animali da compagnia. Per questo molte Amministrazioni comunali più accorte, nel corso del tempo, hanno pensato ad appositi spazi per far sotterrare cani e gatti quando non pappagalli o altre affettuose bestiole. D'altronde, chi ha avuto un cane lo sa, quando muore il proprio "miglior amico" si prova un vuoto sconfortante quasi se ne fosse andato un cristiano. Così, Vimercate è uno dei primi centri della Brianza che avrà un pezzo di cimitero riservato alle bestie. Se n'è parlato ufficialmente nelle sedi istituzionali di Palazzo Trotti e lo riporta la stampa locale: è una delle novità più particolari inserite nel project-financing presentato dalla «Cooperativa sociale il Ponte» di Albiate (MB) che si appresta a gestire il servizio. In realtà, oltre alla nota di colore rappresentata dal "pet cemetery", il tentativo della Giunta guidata da Francesco Cereda è quello di esternalizzare completamente la gestione dei camposanti cittadini sia i servizi (quindi anche concessioni, tumulazioni e tariffe) così da non doversene più occupare. Tornando agli amici a quattro zampe sarà possibile anche procedere con la cremazione e una un po'... poetica (patetica secondo i polemici) dispersione delle ceneri in un’area dedicata. Il cimitero degli animali avrà una collocazione marginale rispetto al camposanto tradizionale, con un piccolo parcheggio ad hoc e accesso in zona Omnicomprensivo.

Nei 15 anni previsti per la gestione esterna è prevista anche la costruzione di 30 nuove tombe singole, 205 doppie; 115 in totale a Oreno, un’ottantina a Ruginello, 15 a Velasca. Prevista anche la realizzazione di una innovativa tipologia di tombe, a giardino con il solo cippo visibile. E ancora 520 ossari in centro, 85 a Oreno, 15 a Ruginello. Il costo complessivo dell’operazione nell’arco dei 15 anni proposti si aggira attorno ai 15 milioni e mezzo di euro ovvero circa un milione di euro all'anno.