Giorno della memoria: eventi in biblioteca

Vimercate.  L’appuntamento del 27 gennaio Giorno della Memoria è divenuto nel tempo un punto fermo per comprendere, ricordare e costruire un futuro di speranza, solidarietà e giustizia, ispirato ai valori del rispetto reciproco, della tolleranza, della stima e interesse per la cultura e la sensibilità dell’altro. L’Amministrazione Comunale di Vimercate ricorda questa giornata con due appuntamenti organizzati dalla biblioteca civica. Giovedì 27 gennaio alle ore 20.45 la proiezione del film “Remember” di Antom Egoyan con Christopher Plummer, il secondo appuntamento è previsto per sabato 29 gennaio alle ore 17.30 sempre in biblioteca con la lettura teatrale dal titolo “Etty Hillesum – Poesia tra le baracche” con Romina Alfieri (voce), Giuseppe Olivini (musica) e regia di Umberto Zanoletti del Teatro Minimo. Gli eventi sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria chiamando il numero 0396659281 oppure inviando una mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Oltre a questi due eventi il Comune di Vimercate in collaborazione con ANPI Sez Martiri Vimercatesi e gli istituti scolastici cittadini Don Milani e Manzoni hanno promosso il progetto la “Shoa dei ragazzi”. Vista l’emergenza sanitaria in corso, che non permette uscite scolastiche e il mantenimento delle distanze è stato scelto di inviare del materiale multimediale da visionare preferibilmente alle ore 11.00 del 27 gennaio. Si tratta di un breve video realizzato dall’ANPI di contestualizzazione storica sulla Shoah e di un ulteriore breve video prodotto dagli studenti, ora alle superiori, che presentano il percorso didattico e il contenuto dell’Ebook su Fausta Finzi, che è stato realizzato dalla 3^C della Scuola Saltini nell’anno scolastico 2018/19 per partecipare al Concorso Nazionale “I giovani ricordano la Shoah”. L’e-book è stato scelto per rappresentare la Lombardia alla fase nazionale per la selezione di un lavoro per ogni ordine di scuola. Lo stesso lavoro ha poi partecipato al concorso “Esploratori della memoria” indetto dall’Associazione “Pietre della Memoria” e dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invaldi di guerra, aggiudicandosi primo e secondo premio, con una borsa di studio di 300 euro, utilizzata dalla scuola per l’acquisto di libri e dvd e per l’allestimento di un “Armadio della memoria storica”, con il contributo del Circolo Culturale Orenese. Il lavoro contiene anche documenti inediti, come le immagini delle pagine di diario ed alcune fotografie della famiglia; nel video finale, inoltre, i ragazzi rendono omaggio alla pietra in onore della sig.ra Fausta ed è visibile la casa da lei abitata fino alla sua scomparsa. Lo stesso lavoro è stato recentemente inviato al Museo Yadvashem di Gerusalemme. L’Amministrazione invita gli studenti, e le loro famiglie alla visita alla Mostra “GHETTO DI TEREZIN: DISEGNI E PAROLE DEI BAMBINI” dal 22 gennaio al 26 febbraio 2022 allestita presso la Biblioteca Civica di Vimercate. Comune di Vimercate Ufficio Stampa tel. 039.6659241/234 Palazzo Trotti Piazza Unità d’Italia, 1 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 20871 VIMERCATE – MB www.comune.vimercate.mb.it UFFICIO STAMPA Dichiara Riccardo Corti Assessore alla Vimercate delle Opportunità: "Il Giorno della Memoria tiene vivo il ricordo del fallimento della società civile sconfitta dagli orrori del regime nazifascista. Guardiamo gli errori del passato per costruire un futuro di unità e uguaglianza assieme ad ANPI, che combatte oggi come allora a salvaguardia della libertà, ed ai più giovani ai quali tramandiamo la memoria storica del nostro territorio e del nostro Paese". Dichiara Maria teresa Foà Assessore alla Cura delle Persone: “Abbiamo voluto coinvolgere le scuole nella ricorrenza della Giornata della Memoria perché vogliamo che insieme all’aspetto celebrativo, sia un'occasione di dialogo e di riflessione sui valori della fratellanza, della solidarietà e della tolleranza e per sensibilizzare gli studenti alla riflessione sulla memoria storica come valore e come veicolo per educare alla pace, al rispetto della diversità e della dignità di ogni individuo".