La Regione premia le attività storiche: il "sigillo" di Poletti

La Regione premia le attività storiche: il "sigillo" di Poletti

Una storica attività di Vimercate sugli scudi per il riconoscimento istituzionale che viene conferito da Regione Lombardia. Da sempre la Giunta di centrodestra che amministra la nostra regione è molto attenta al territorio e al tessuto commerciale che ne fa un unicum in Italia. Centinaia se non migliaia di piccole e piccolissime imprese, la maggior parte a conduzione familiare, che creano reddito e danno servizi alla cittadinanza proprio a due passi da casa. Ecco perché il "Pirellone" (come si chiamava un tempo, oggi è Palazzo Lombardia) premia ogni anno le attività storiche più meritevoli. E stavolta in cima alla classifica c'è Vimercate, grazie alla longevità, all'onestà e alla dedizione della famiglia Poletti (gioiellieri / ottici / orologiai). Di seguito un breve cenno di storia di questa attività che si intreccia con la storia dell'intera cittadina di Vimercate. Era il 1947 quando Mario Poletti (orologiaio) e la moglie Marisa (diplomata in ottica) inaugurarono la loro attività nella via principale del centro storico di Vimercate. Un negozio, di orologeria, ottica ma anche di oreficeria e gioielleria, all'angolo tra via Vittorio Emanuele e via Terraggio Molgora. Tempi duri, quelli: appena finita la guerra con la fame che ancora incalzava e un ottimismo solo in prospettiva per il boom economico. Chi ci credeva, doveva rimboccarsi le maniche e dedicarsi in tutto e per tutto al proprio lavoro. Così fecero i Poletti e il risultati sono oggi sotto gli occhi di tutti. Questa impostazione tipicamente brianzola è passata alle figlie, Daniela, Nicoletta e Laura.

Con la gioielleria Poletti la Regione ha voluto premiare anche altre attività, fra cui nel circondario vimercatese spicca per fama la antica Bottega del Santuario di Ornago: fondata nel lontano 1764, nella seconda metà del ‘900 è stata gestita dal mitico «Barba» (soprannome di Pieraldo Porro). Ora il timone è passato nelle mani dei figli.

Complimenti vivissimi a tutti i premiati dalla redazione de "Il Vimercate".