Rapina violenta con pistola, arrestato vimercatese 24enne

Rapina violenta con pistola, arrestato vimercatese 24enne

Rapina violenta con pistola alla stazione ferroviaria, nei guai un balordo 24enne di Vimercate. Il fattaccio di cronaca è avvenuto a Cassago Brianza, paesino vicino a Renate ma già in provincia di Lecco. Vittima un minorenne che se l'è vista davvero brutta: gli hanno puntato una pistola alla testa per portargli via soldi e cellulare! Ma lui non si è fatto intimidire e, alle minacce di morte, ha reagito senza battere ciglio con un'imperturbabile faccia da poker. Il che ovviamente ha fatto infuriare i due aggressori, il vimercatese poi arrestato appunto e un suo compare che ha anche colpito il ragazzino con un tubo metallico. Insomma, una vera e propria aggressione stile suburbano che ha causato anche ferite non gravi al malcapitato ragazzino.

Il fatto di cronaca non è avenuto ieri, anzi: ci sono voluti mesi di indagini affinché i carabinieri della stazione di Cremella (competenti per territorio) riuscissero nell'intento. Ma in effetti gli uomini dell'Arma non hanno fallito, procedendo all'identiifcazione del delinquente e al suo arresto. Durante la perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto la pistola (una Beretta 7.65), vera e carica (con 5 pallottole dentro), che il balordo aveva tentato di nascondersi addosso. Nelle mutande, per la precisione, il che lascia già trasparire un acume e una furbizia non certo da premio Nobel. Fatto sta che B.S., 24 anni, residente a Vimercate, è stato arrestato questa settimana per lesioni, furto con strappo e porto abusivo di arma da fuoco. Nella fattispecie il 24enne rischia grosso, sempre che il giudice decida di applicare le pene previste: sei anni di reclusione (per il cumulo di reati) più mille euro di multa.